Questa pianta, comunemente nota come fiore della passione, è utilizzata per la preparazione di cosmetici ad azione protettiva e lenitiva su pelli delicate, sensibili ed irritabili. Gli estratti di passiflora si trovano in prodotti ad azione calmante e decongestionante nel trattamento dell'acne, negli shampoo per la detersione del cuoio capelluto irritato o sensibile o come crema sia doposole per lenire la pelle dall'azione dei raggi solari o come post-depilazione.

La parte della pianta che viene utilizzata a scopo curativo è quella aerea rappresentata da fiori e foglie.
Contiene flavonoidialcaloidifitosterolizuccheripectinemaltolto e cumarina.

  • Ai flavonoidi è attribuita l'azione benefica sulla microcircolazione svolgendo un'attività vasoprotettrice ed antinfiammatoria; 
  • gli alcaloidi invece hanno un'azione ipotensiva e sedativa. 

L'uso del decotto, dell'infuso, della tintura madre e dell'estratto fluido è consigliato per combattere l'ansia, stimolare il sonno fisiologico senza risvegli notturni e aiuta a contrastare i disturbi tipici della menopausa.
Inoltre può essere d'aiuto nel caso di colon irritabile di origine nervosa.

La sua azione principale, però, resta sempre quella di svolgere un'azione riparatrice nelle pelli sensibili ed irritate. La dose giornaliera è di 6-8 mg di estratto secco maggiormente presente in commercio sottoforma di capsule.

Non sono stati evidenziati effetti collaterali seri e rilevanti, però potrebbe interagire con barbiturici, sedativi e alcuni antidepressivi aumentando l'effetto sedativo e prolungando il sonno.
Il suo utilizzo è sconsigliato l'utilizzo in gravidanza e allattamento.